Progetto AUGEO

progetto Augeo

AUGEO è un progetto rivolto alle mamme sole con figli a carico che sono state accolte presso strutture di accoglienza come la nostra casa famiglia Casa di Marta e Maria o comunque provenienti da situazioni di fragilità sociale, per la loro inclusione sociale attraverso l’accompagnamento al lavoro.

Ci sono molti modi per mostrarsi prossimi verso le persone più vulnerabili, esercitando responsabilità verso la comunità. Noi pensiamo che oggi la migliore di tutte sia creare condizioni e presupposti per il lavoro!

L’assenza di lavoro è più di un problema solo economico; è una forma di sottile segregazione, una deprivazione profonda, una esclusione dalla reciprocità sociale che intacca la dignità e l’autostima delle persone, mettendole in crisi in tutti i loro ambiti di vita. Papa Francesco nella Lettera Enciclica Laudato Si’ ci ricorda che:

Il lavoro è una necessità, è parte del senso della vita su questa terra, via di maturazione, di sviluppo umano e di realizzazione personale. In questo senso, aiutare i poveri con il denaro dev’essere sempre un rimedio provvisorio per fare fronte a delle emergenze. Il vero obiettivo dovrebbe sempre essere di consentire loro una vita degna mediante il lavoro…». (Papa Francesco, Lettera Enciclica Laudato Si’, 128)

AUGEO si basa sull’attivazione di reti di prossimità che sono, almeno in Italia, il principale canale attraverso cui le persone ricercano e ottengono un lavoro. Le nostre mamme sono “svantaggiate” perché appunto carenti di queste reti, prima ancora che prive di una formazione specifica e di esperienze professionali. AUGEO vuole aiutarle ad orientarsi tra le opportunità del mercato del lavoro, a identificare un profilo professionale accessibile, ad acquisire e conservare un’occupazione, superando così la situazione di dipendenza dagli aiuti pubblici e privati.

Il progetto è stato attivato nel 2017 grazie a un finanziamento della Gĕnĕras Foundation, e prosegue grazie all’impegno della nostra Cooperativa L’Accoglienza onlus.

Sono state realizzate diverse “edizioni” del progetto, con una metodologia sempre più consolidata e capace di generare risultati positivi. In particolare, in 5 edizioni di Augeo, dal 2017 al 2021:

  • n.120 donne in situazione di svantaggio sociale hanno fatto accesso allo sportello
  • n.56 donne hanno frequentato la formazione in aula
  • n.46 donne hanno svolto un tirocinio di inserimento lavorativo
  • n.14 donne sono state assunte dopo il tirocinio

Le beneficiarie del progetto sono donne sole con figli a carico provenienti dal circuito delle case famiglia o comunque in situazioni di fragilità sociale.

COSA È RICHIESTO ALLA PERSONA O ALL’ENTE INVIANTE (case famiglia o servizi sociali)

Viene richiesto di:
• inviare le segnalazioni della donna da inserire nei servizi di orientamento del progetto e segnalare donne con un buon livello di comprensione scritta e parlata della lingua italiana.
• una persona di riferimento del servizio inviante (municipio o casa famiglia) che possa interfacciarsi lungo il percorso per un aggiornamento sugli snodi più importanti (presentazione della donna e obiettivi del percorso, svolgimento e restituzione finale)

Le segnalazioni devono essere inviate tramite la scheda che si trova a questo link – clicca qui – compilata in tutte le sue parti a:
Alessandra Tosi referente del progetto Augeo: alessandratosi76@gmail.com
Telefono: 06.6145596 – 338.4111271

Abbiamo bisogno di te! Ti chiediamo di aiutarci a trovare, tra i tuoi contatti, buone opportunità di tirocinio lavorativo, che come requisito minimo garantiscano alla mamma di sviluppare competenze e nei migliori casi, dove la donna saprà dimostrare di essere una valida risorsa, anche l’eventualità di una stabilizzazione lavorativa nello stesso contesto in cui si è svolta l’esperienza.

Noi siamo pronti ad affrontare integralmente i costi di questo percorso, garantendo a termini di legge (DGR 199/2013) un rimborso economico alle mamme, la copertura del premio INAIL e la copertura assicurativa dalle responsabilità civili. Chiediamo al contesto aziendale che le accoglierà di scommettere insieme a noi su di loro, garantendo una vera tutorship in tutto lo svolgimento dell’esperienza e, dove possibile, una valutazione senza pregiudizio di una eventuale prosecuzione lavorativa.

Ci stai? Ci vuoi aiutare? Se sì, scorri questi due allegati:

  1. Lista dei profili professionali: questa selezione è frutto di un’approfondita analisi, che associa i settori in cui il mercato del lavoro romano oggi offre maggiori opportunità alle esperienze ed attitudini delle nostre mamme. È per questi profili specifici che ti chiediamo di aiutarci a trovare opportunità di tirocinio qualificato e qualificante!
  2. Presentazione dei tirocini di reinserimento: il documento riepiloga la disciplina di riferimento vigente nel Lazio, la durata minima e massima dell’esperienza che sceglieremo con le mamme e l’azienda ospitante, le caratteristiche del percorso, i requisiti di cui deve essere in possesso l’azienda ospitante, il ruolo de L’Accoglienza come ente promotore, il rimborso minimo e massimo che sarà corrisposto alla beneficiaria e le procedure di attivazione del tirocinio. È un documento utile per illustrare l’opportunità all’azienda a cui sei collegato.

Per maggiori informazioni visita il sito internet del progetto Augeo: clicca qui

E adesso a te! Mettiti in contatto con noi, compilando il form che vedi sotto.
Dove c’è una comunità, nessuna delle nostra mamme è sola!

[contact-form-7 id=”2471″ title=”Adesione ad AUGEO”]