Case di accoglienza

pannello16Le nostre case famiglia sono disciplinate dalla Legge regionale del Lazio N. 41 del 2003 e relative Delibere operative (Autorizzazione all’apertura ed al funzionamento delle strutture a ciclo residenziale e semiresidenziale che prestano servizi socio-assistenziali. Requisiti strutturali e organizzativi integrativi rispetto ai requisiti previsti dall’articolo 11 della L.R. n. 41/2003).

Normativa della Regione Lazio ai sensi della quale è stata rilasciata l’autorizzazione alle nostre case famiglia

Per ogni persona accolta (bambini, nuclei mamma/bambino in difficoltà donne sole o gestanti) viene predisposto un progetto d’intesa con i servizi sociali territorialmente competenti e con il Tribunale per i minorenni affinchè l’accoglienza in casa famiglia sia la più breve possibile compatibilmente alle difficoltà della persona.

Il gruppo di operatori di ciascuna casa famiglia si incontra periodicamente:

  • in equipe per aggiornarsi e confrontarsi sul progetto individuale di ciascuna persona ospite.
  • con un supervisore per condividere in gruppo i  percorsi di accoglienza.